Notizia ufficiale…Apple ha iniziato la vendita di modelli iPhone XR ricondizionati nell’Apple Online Store. Questi smartphone sono disponibili con memorie da 64 GB, 128 GB e addirittura 256 GB, per circa 100 / 120 dollari in meno in rispetto al prezzo di vendita del nuovo

Ad esempio i modelli da 64 GB sono venduti al prezzo di 499 dollari (100 dollari meno rispetto al prezzo attuale corrispondente a 599 $), e di 250 $ in meno rispetto al prezzo di lancio di 749 $. Nel frattempo, il modello da 128 GB viene venduto a 539 dollari, rispetto ai 649 che è il costo del modello nuovo. Nel frattempo, il modello da 256 GB ricondizionato costa 629 dollari (prezzo di lancio 899 dollari).
Tutti gli iPhone XR ricondizionati sono in vendita senza alcun blocco e vengono forniti senza SIM. Ciò significa che si possono attivare con qualsiasi operatore.

Tutti questi dispositivi sono stati riportati alle condizioni qualitative di fabbrica, il che significa che non ci dovrebbero essere differenze rispetto ad un telefono nuovo. Gli iPhone XR in questione hanno una garanzia di un anno, che può essere estesa con AppleCare o AppleCare +.

In che misura iPhone XR ricondizionato può competere con un iPhone SE 2020 ?

Per i clienti che hanno un budget limitato, la scelta probabilmente cadrà su iPhone XR rigenerato o su iPhone SE 2020. Dato che l’iPhone SE 2020 parte da un prezzo di soli 399 dollari, questo è già un grande vantaggio rispetto al fratello più anziano. L’iPhone SE include anche un chip A13 Bionic rispetto all’A12 Bionic di iPhone XR. Entrambi hanno le stesse telecamere anteriori e posteriori.

Il principale punto di forza dell’iPhone XR invece, è il suo display più grande (6,1 pollici contro l’iPhone SE da 4,7 pollici) e Face ID contro Touch ID. In poche parole: se si vuole un iPhone dall’aspetto più recente, senza il pulsante Home, si dovrebbe optare per iPhone XR. L’iPhone SE invece andrebbe scelto da chi desidera uno smartphone più aggiornato, grazie ai suoi componenti più prestanti e con un prezzo comunque più basso.

Gianluca Fasoli

Lascia un commento