I Mac stanno vivendo un grande cambiamento. Apple sta cambiando la sua architettura interna che utilizzava fino ad ora CPU Intel, con un’altra categoria di processori “Single Chip”. Il primo SoC Apple per Mac si chiama M1 . 

È un grande passo avanti per Apple e soprattutto per Mac. Ma cosa significa nello specifico? In questo articolo, spiegherò come funziona il sistema Apple su singolo chip e come influisce sul software che puoi utilizzare.

Che cos’è il sistema M1 “Apple silicon” su singolo chip?

 “Apple Silicon” è la cpu su singolo chip che ha inventato e prodotto Apple. Nel Mac, sostituisce i processori Intel che sono stati utilizzati negli ultimi 14 anni e che alla fine sostituiranno anche i processori grafici AMD nei Mac di fascia alta. I processori Apple hanno fatto la loro prima apparizione sugli iPad.

Queste qui sotto sono elencate le caratteristiche del M1

  • Tecnologia di processo a 5 nanometri
  • CPU a 8 core
    • 4 core ad alte prestazioni
    • 4 core di efficienza
  • Processore grafico a 7 o 8 core (GPU)
  • Motore neurale a 16 core
  • 8 GB o 16 GB di RAM

Apple lo chiama “sistema su singolo chip” (SoC) perché richiede diversi componenti che di solito sono separati e li posiziona tutti su un singolo chip. Ciò include la CPU, il processore grafico, i controller USB e Thunderbolt, Secure Enclave, Neural Engine, processore del segnale di immagine, hardware di elaborazione audio e altro ancora. Questo si traduce in migliori prestazioni e durata della batteria estesa.

Quali Mac utilizzano Apple M1 ?

Apple ha deciso di rilasciare inizialmente la propria cpu nei suoi Mac più economici che sono anche i più popolari tra i consumatori generali. 
Questi Mac sono:

  • MacBook Air
  • MacBook Pro da 13 pollici da 
  • Mac mini

Cupertino ha previsto inoltre, una transizione di due anni, il che significa che entro due anni ogni Mac avrà chip Apple. 

Si può avere un Mac M1 con più di 16 GB di RAM?

Non con questi primi modelli. La quantità di memoria nei Mac M1 è un punto di contesa per alcuni clienti, specialmente quelli che sono abituati ad avere quanta più RAM possibile per svolgere il proprio lavoro.
L’Apple Silicon utilizza una “architettura di memoria unificata”, che è diversa dal sistema di memoria che viene tradizionalmente utilizzata nei computer, inclusi i Mac Intel. M1 è efficiente e veloce, causa per cui non è necessaria una quantità eccessiva di RAM.

I Mac con processori Intel sono ancora disponibili?

I Mac più costosi di Apple utilizzano ancora processori Intel (incluso il più costoso MacBook Pro da 13 e 16 pollici e il Mac mini). Questi computer vengono acquistati principalmente da utenti esperti che svolgono un lavoro impegnativo.

Questo non vuol dire che Apple non sia in grado di gestire il carico di lavoro, ma gli utenti Pro Mac vogliono più RAM, GPU più potenti e altre funzionalità non presenti sui Mac M1. Apple non è ancora pronta con cpu M1 più potenti.

Apple ha dichiarato che il lancio delle cpu “Silicon” si completerà entro un periodo di due anni…M1 è solo l’inizio. Alla fine Apple doterà tutti i suoi Mac della propria cpu e i processori Intel saranno completamente eliminati. 

E’ conveniente acquistare ora un Mac Intel?

Nelle mie precedenti recensioni relative al MacBook Air dotato di M1 e del Mac mini , abbiamo verificato prestazioni eccezionali. Sono decisamente molto più veloci delle loro controparti Intel. E con i laptop, la durata della batteria si estende per ore e ore oltre a quanto precedentemente testato nei modelli basati su Intel. Se si considera di acquistare un Mac ad un prezzo inferiore, è difficile competere con i nuovi modelli basati su M1.

Tuttavia, se non si va di fretta, converrebbe aspettare e vedere cosa offrirà Apple per iMac, iMac Pro, Mac Pro e MacBook Pro. Gli ingegneri di Cupertino starebbero progettando dei processori ad altissime prestazioni, proprio per questi computer più prestanti

Apple supporterà ancora i Mac Intel?

Apple ha affermato che continuerà a fornire supporto ai suoi Mac Intel anche successivamente al passaggio totale su Apple Silicon. Apple ha venduto milioni di Mac Intel nel corso degli anni e sa che molti dei suoi clienti utilizzano i loro Mac da molto tempo. Alla fine, Apple smetterà di supportare i Mac Intel, ma ciò non accadrà prima di qualche anno.

Probabilmente ci si può aspettare che le nuove versioni di macOS e le loro app proprietarie saranno rese disponibili per i Mac basati su Intel, almeno fino al 2024 e il supporto tecnico ufficiale di Apple si estenderà ben oltre.

Il vecchio software funzionerà con Mac con Apple Silicon ?

Apple ha fatto di tutto per assicurarsi che il software compatibile Intel funzioni sui suoi nuovi processori. Se si utilizzano app Apple come iMovie, Pages, Keynote e altre, funzioneranno pienamente con M1. La maggior parte del software di terze parti, funzionerà tramite l’emulatore Rosetta II.

Ci sono alcune circostanze in cui il software potrebbe non essere compatibile. Se si utilizza un’app che non è stata aggiornata da molto tempo, potrebbe non funzionare. Se si dispone di un software personalizzato, potrebbero esserci dei problemi. Se si utilizza ancora un’app che non è più stata aggiornata, è possibile che non venga eseguita. La maggior parte dei problemi di compatibilità iniziale sembra derivare più da app che non sono state aggiornate per supportare macOS Big Sur.

Prima di acquistare un Mac M1, è cosa buona e giusta verificare la compatibilità con gli sviluppatori delle proprie app preferite . Lo stato del tuo software può aiutarti a determinare se puoi investire ora o dovresti aspettare. Ad esempio, al momento della stesura di questo articolo, Avid Pro Tools , una popolare suite di editing audio, non è compatibile con Apple Silicon e macOS Big Sur.

Il sito web Is Apple Silicon Ready contiene un elenco di software e dei relativi livelli di compatibilità. Qui si può controllare se un’app possiede una versione nativa, funziona in Rosetta2 o non funziona affatto.

Cosa vuol dire app “universali”, “emulazione”, “Rosetta2” e software “nativo”?

Il software viene creato pensando all’hardware specifico. In passato, il software era realizzato per Mac con processori Intel, che utilizzano il set di istruzioni x64. Ora, il software deve essere creato sia per Intel che per Apple (che utilizza il set di istruzioni ARM) affinché il software funzioni in modo efficiente e corretto per ciascuna piattaforma.

Ci sono alcuni termini utilizzati per descrivere la piattaforma per cui è stato creato il software.

  • Nativo: software scritto specificamente per la piattaforma su cui viene utilizzato. Il software nativo per il Apple Silicon funziona solo con cpu Apple Silicon.
  • Universale: software creato per funzionare su Mac con tecnologia Intel e Apple.
  • Emulazione: la possibilità di prendere un’app scritta per una piattaforma e tradurla in modo che funzioni su un’altra piattaforma. L’emulazione è ciò che viene utilizzato in modo che il software realizzato per i chip Intel possa funzionare con il Apple Silicon.
  • Rosetta2: il nome dell’emulatore e dello strumento di traduzione del software che Apple utilizza.

La prima volta che esegui un’app non nativa su un Mac Apple Silicon, viene visualizzato un avviso che ti chiede se desideri installare Rosetta, operazione necessaria per eseguire l’app. Una volta installato, Rosetta sarà disponibile per tutte le app che ne avranno bisogno e questo avviso non sarà più visibile.

Le app per iPhone e iPad funzionano sui Mac Apple Silicon ?

Si che funzionano. Spetta soltanto allo sviluppatore decidere se rendere le proprie app disponibili per il Mac. Per vedere se è disponibile un’app per iPhone / iPad, controlla l’App Store su un Apple M1. (Le app per iPhone / iPad non vengono visualizzate nell’App Store per Mac Intel.) Se hai già pagato un’app per il tuo iPhone / iPad, non devi acquistarla di nuovo.

Poiché il Mac non ha un touchscreen, Apple propone delle alternative al touch, per aiutarti a utilizzare un’app; ad esempio, utilizzi i tasti freccia del Mac per eseguire uno scorrimento. Le app per iPhone vengono eseguite con una dimensione a finestra fissa, mentre alcune app per iPad sono ridimensionabili.

I dispositivi hardware e gli accessori sono compatibili con i Mac Apple Silicon ?

I Mac Apple M1 sono dotati di porte Thunderbolt / USB 4. I connettori Thunderbolt / USB hanno la stessa forma e hanno le stesse capacità tecniche.
Se si utilizzano adattatori da USB-A a USB-C oppure un hub, non ci sarà alcun problema.
I dispositivi wireless sul nuovo Mac possono utilizzare la stessa connessione wireless presente sui Mac Intel.
Se utilizzi apparecchiature di produzione di fascia alta, verifica con il produttore del dispositivo la compatibilità prima di investire in un nuovo Mac.

Compatibilità della custodia / cover / borsa con i nuovi laptop ?

Il MacBook Air M1 utilizza il design introdotto nel 2018. Il MacBook Pro M1 da 13 pollici utilizza il design implementato nel 2016. Se la tua attrezzatura è realizzata per questi modelli di laptop, sarà funzionale con i nuovi M1.

Con quale versione di macOS funzionano i Mac con Apple Silicon ?

Questi nuovi Mac sono dotati di macOS Big Sur, ossia la versione 11 del sistema operativo Mac. Non funzionano con le versioni precedenti di macOS.

Questo potrebbe essere un problema per gli utenti che preferiscono utilizzare una versione precedente di macOS. Ad esempio, alcuni utenti continuano a utilizzare macOS Mojave perché è l’ultima versione a supportare il software a 32 bit . Per questa particolare esigenza, è necessario aggiornare quelle app alle versioni 64 bit.

I Mac Apple Silicon possono eseguire Windows ?

Boot Camp non funziona con i Mac in silicone Apple, quindi non è possibile installare Windows. Apple dichiara che questi Mac possono farlo, ma si dovrebbe utilizzare la versione ARM di Microsoft di Windows. Purtroppo però attualmente la licenza di Microsoft non consente l’installazione su un Mac…Microsoft si dovrebbe pronunciare presto per capire se ci sarà l’intenzione di voler collaborare con la casa di Cupertino.

Inoltre, i software di virtualizzazione come Parallels e VMware Fusion non funzionano ancora. Sia Parallels che VMware hanno  annunciato che stanno lavorando sulla compatibilità. Un recente rapporto afferma che gli sviluppatori di Wine stanno “sperimentando” il supporto a Apple Silicon. Nessun annuncio è stato fatto su VirtualBox .

La virtualizzazione CrossOver di CodeWeavers dovrebbe funzionare.
Tuttavia, CrossOver non emula il sistema operativo Windows, ma consente al Mac di eseguire software creato per Windows.

Lascia un commento