L’iBook di Apple…computer immortale

Un esemplare di iBook con tutta la dotazione originale

L’iBook è una linea di computer portatili venduti da Apple nel periodo dal 1999 al 2006. La linea era destinata ai mercati entry-level, consumer e dell’istruzione, con specifiche e prezzi inferiori rispetto ai PowerBook, la linea di computer portatili di fascia alta Apple.

Durante la sua esistenza sono stati introdotti tre design distinti dell’iBook. Il primo, noto come “Clamshell”, fu influenzato dal design della popolare linea iMac di Apple dell’epoca. Fu un significativo distacco dai precedenti progetti dei precedenti computer portatili per quanto riguarda la sua forma, i colori brillanti, l’incorporazione di una maniglia sulla custodia, la mancanza di una cerniera sulla parte posteriore e la rete wireless integrata. Due anni dopo, la seconda generazione abbandonò la sua forma originale a favore di un design rettangolare più convenzionale. Nell’ottobre 2003 venne rilasciata una terza iterazione che aggiungeva un chip PowerPC G4 e un’unità di espansione con caricamento slot .

Apple sostituì la linea di iBook con MacBook nel maggio 2006 durante il passaggio di Apple ai processori Intel. Il MacBook si evolse in diversi modelli, come il MacBook Pro destinato ad un pubblico che richiedeva alte prestazioni e il MacBook Air rivolto ai clienti che cercavano degli ultrabook entry level.

Gianluca Fasoli

Lascia un commento